Zemontour

Portogallo

Che gran posto gente!!!
Se non ci siete mai stati, non perdete un minuto in più: quattro cose in valigia e in appena 2 ore e mezza di volo si arriva a Lisbona o a Oporto.
Curiosi i portoghesi: appaiono tranquilli, rilassati, a volte pure lenti per non dire pigri. E hanno ragione; il tempo in Portogallo sembra scorrere più lentamente, quasi a volte si dimentichi di farlo.
Lisbona è una capitale moderna, in grado di soddisfare ogni esigenza e gusto con i suoi hotel internazionali e le sue innumerevoli suggestioni artistiche e culturali; ma come giri un qualsiasi angolo di strada ecco spuntare i suoi edifici con i tipici “Azulejos”, delle vere e proprie maioliche che decorano le facciate e che creano un’atmosfera di altri tempi. Il contrasto è vivace e si integra perfettamente. Girare la capitale è un piacevolissimo perdersi nelle sue piazze o i viali o le Avenidas o magari attendere in paziente fila che passi il 28 e vi porti nella parte alta della città.

E vogliamo parlare di Oporto e dei suoi vini???
Un porto trafficatissimo ma pure esso calmo e rilassato che di sera, con le luci, illumina i nomi stranamente inglesi delle aziende vinicole che producono il “Porto”: un vino, un liquore, un nettare sublime che conclude un degno pasto a base di “Bacalao” (Baccalà alla brace o mantecato), i portoghesi sono maestri nel cucinarlo o di “Gambas ao aguilo” (Gamberetti all’aglio), una vera delizia. Ma se il profano ha di che soddisfarsi, Fatima rappresenta l’intimo incontro con il Mistero e l’aspirazione dell’umano verso il Divino. Un piccolo paese di contadini divenuto luogo di culto e di pellegrinaggio perenne, in cui l’accoglienza e la cordialità confortano il viandante, non importa se credente o no.

E poi Coimbra e Guimaraes e la costa sud dell’Algarve, di Faro e di Albufeira, luoghi estivi dove il divertimento 24 ore regna incontrastato e dove noi europei potremo finalmente dire “Ho fatto il bagno nell’Oceano!!!!”